In Evidenza | Menu Sito

SULL’ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA DEI SOCI DEL 15 MARZO 2022

L’Assemblea Generale straordinaria dei soci della Sezione CAI di Mirano “Alberto Azzolini”, nella prestigiosa sede del Teatro di Villa Belvedere a Mirano,  martedì 15 marzo 2022 alla presenza del Notaio Paolo Carraretto, ha approvato all’unanimità  il nuovo Statuto Sezionale, redatto secondo i dettami contenuti nel Testo Unico sul Terzo Settore e dei principi del Codice Civile.

In subordine alla delibera, la nostra Sezione CAI è  divenuta Associazione di Promozione Sociale (APS), dotata di personalità giuridica. Tale atto rappresenta una pietra miliare  per la storia della nostra Sezione e permette di riscrivere e ridefinire le regole di convivenza e conduzione del sodalizio, al passo con le esigenze di pubblicità e trasparenza, richieste dalla normativa vigente per le Associazioni del Terzo Settore

La delibera diverrà esecutiva dopo la registrazione della nostra Associazione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).

Vi diamo di seguito alcuni dettagli sui benefici dei quali la nostra Associazione potrà disporre, compresa la possibiltià per i soci di  destinare il 5 per mille della propria dichiarazione dei redditi, a favore della Sezione CAI di Mirano.

ISCRIZIONE AL REGISTRO NAZIONALE UNICO DEL TERZO SETTORE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE (APS)

Le Associazioni di Promozione Sociale, possono:

  • ricevere contributi dallo Stato, dalle regioni, dagli enti locali o da altri enti o istituzioni pubbliche, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi (i cosiddetti ‘finanziamenti per progetti’) realizzati nell’ambito dei fini statutari nonché contributi;
  • stipulare convenzioni con gli enti pubblici per lo svolgimento delle attività previste dallo statuto verso terzi.
  • accedere ai finanziamenti del Fondo Sociale Europeo per progetti finalizzati al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
  • usufruire di alcune agevolazioni previste per l’ammissione al credito agevolato, limitatamente ai progetti per i quali sono operanti convenzioni con enti pubblici;
  • ottenere la riduzione di tributi di competenza degli enti locali, se deliberato;
  • avere diritto di accessoai documenti amministrativi;
  • ottenere, da parte delle amministrazioni statali, regionali, provinciali e comunali, l’utilizzo di beni mobili ed immobili, a titolo non oneroso in caso di manifestazioni temporanee, o incomodato per lo svolgimento delle loro attività istituzionali;
  • essere autorizzate temporaneamente (in occasione di particolari eventi o manifestazioni) alla somministrazione di bevande ed alimenti ed all’esercizio di attività turistichee ricettive, ma solo per i propri associati e loro familiari conviventi;
  • far ottenere la detrazione/deduzione dalle imposte sui redditi diparte delle erogazioni liberali effettuate a loro favore.

ACQUISIZIONE PERSONALITA’ GIURIDICA

L’acquisizione della personalità giuridica infine, consente la separazione del patrimonio dell’Associazione da quello dei soci, che agiscono in nome e per conto dell’Associazione stessa. La responsabilità patrimoniale non sarà perciò più in carico esclusivo al Presidente prima ed agli amministratori (Consiglieri) poi, bensì a carico dell’intera associazione e per il patrimonio di cui la stessa dispone (15.000,00 euro).